Il sistema di valutazione della performance è stato introdotto per la prima volta in Milano Ristorazione Spa nel 2014.

Fin dalla sua istituzione è stato applicato ai Dirigenti, ai Quadri e agli Impiegati classificati nei livelli apicali del contratto collettivo nazionale di lavoro del Turismo, cui siano affidate mansioni di elevato contenuto professionale che comportino autonomia operativa e funzioni direttive o di coordinamento di reparti o uffici della società, oppure ai quali siano affidati progetti o compiti di rilevanza strategica per l’azienda.

Con periodicità annuale il supervisore valuta i risultati ottenuti a fronte degli obiettivi prefissati, il raggiungimento dei quali dà luogo ad una quota variabile della retribuzione.

Dall’anno 2019 è stato messo a punto anche un processo di rilevazione della performance individuale destinata a tutti i lavoratori operai e impiegati, cui sia applicato il CCNL Funzioni Locali o il CCNL Turismo Pubblici Esercizi, non inseriti nel programma MBO. Ciascun responsabile formula, con periodicità annuale, la valutazione dei comportamenti professionali e organizzativi dei collaboratori a lui riportanti gerarchicamente.

Le valutazioni hanno un ruolo strategico nel processo di gestione organizzativa efficiente e di valorizzazione delle risorse umane, basata sul principio secondo cui dalla condivisione degli obiettivi si ottengono performance migliori. E’ un’occasione importante di confronto e monitoraggio: permette di intervenire rapidamente se si dovesse rilevare qualche criticità e consente di motivare ulteriormente manager e dipendenti e di confermare i risultati positivi anche in relazione all’evoluzione dell’organizzazione aziendale.

Tutti coloro che lavorano nell’organizzazione, siano essi manager o dipendenti, possono condividere gli obiettivi strategici ed essere consapevoli di quale sia il proprio contributo al raggiungimento dei risultati.