Nei giorni scorsi sono stati emanati due atti ufficiali che portano maggior chiarezza alla situazione dell’attuale anno scolastico e quindi anche al tema di rimborsi e pagamenti delle rette di Milano Ristorazione.

Si tratta del Decreto del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020 (consultabile qui https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/05/17/20A02717/sg) – che ha prorogato la sospensione fino al 14 giugno dei servizi educativi all’infanzia e delle attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado –, e dell’Ordinanza emessa dal Sindaco di Milano il 18 maggio 2020 (scaricabile qui) – che stabilisce il differimento al 30 giugno 2020 di tutti i termini di pagamento per gli alunni frequentanti le scuole dell’Infanzia Comunali e Statali, le scuole Primarie e le scuole Secondarie.

Queste nuove disposizioni ci permettono di procedere con i calcoli definitivi dei rimborsi spettanti agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado, perché ora è ufficiale che queste scuole non riapriranno per il corrente anno scolastico.

Relativamente alle scuole dell’infanzia, invece, ci è possibile procedere con il calcolo del rimborso fino al mese di maggio 2020, in attesa che venga ufficializzata la sospensione delle attività educative fino al 30 giugno 2020.

Ricordiamo che, per i suddetti calcoli, si fa riferimento al regolamento in vigore (consultabile al seguente link: https://bit.ly/unpostoatavola), che stabilisce che venga corrisposto un rimborso pari a 1/9 della quota annua per le scuole primarie e secondarie e a 1/10 della quota annua per le scuole dell’infanzia, per ciascun periodo di 30 giorni consecutivi di chiusura delle scuole:

Esempio (calcolato sulla quota massima)

TIPO SCUOLA

QUOTA ANNUA

RIMBORSO PER OGNI PERIODO DI 30 GG.

PRIMARIA E SECONDARIA

680,00

75,56 (1/9 quota annua)

INFANZIA

680,00

68,00 (1/10 quota annua)

 

Per maggiore chiarezza, riportiamo di seguito un elenco di casistiche che aiutino le famiglie a comprendere come procedere con le richieste di rimborso a seconda della modalità di pagamento in cui rientrano.

Cosa devo fare se ho già pagato l’intera quota annua e ho chiesto il rimborso dei primi 60 giorni di mancato servizio?

Per chi abbia già fatto richiesta di rimborso dei primi 60 giorni, calcoleremo entro il 31 maggio 2020 il saldo del rimborso spettante, che verrà accreditato all’utente senza necessità che proceda con una nuova richiesta e seguendo le modalità scelte per la prima parte di rimborso.

Cosa devo fare se ho già pagato l’intera quota annua e non ho ancora chiesto il rimborso dei primi 60 giorni di mancato servizio?

Entro il 31 maggio 2020 calcoleremo l’intero rimborso spettante, che sarà poi possibile richiedere seguendo le indicazioni comunicate a questo link https://www.milanoristorazione.it/rimborsi-2020/2052-richiesta-rimborsi-le-indicazioni-per-la-compilazione.

Cosa devo fare se pago a rate e le ho già pagate tutte e quattro?

In questo caso si rientra nella casistica di chi ha già pagato l’intera quota annua. Di conseguenza, dopo il ricalcolo che effettueremo entro il 31 maggio 2020, si potrà richiedere il rimborso totale seguendo le indicazioni specificate qui https://www.milanoristorazione.it/rimborsi-2020/2052-richiesta-rimborsi-le-indicazioni-per-la-compilazione.

Cosa succede se ho pagato solo le prime tre rate?

Calcoleremo entro il 31 maggio 2020 il rimborso spettante, che terrà conto dei mesi di sospensione del servizio e di quanto già pagato. Per richiedere l’accredito del rimborso, basterà seguire le indicazioni qui illustrate https://www.milanoristorazione.it/rimborsi-2020/2052-richiesta-rimborsi-le-indicazioni-per-la-compilazione.

Cosa succede se ho pagato solo le prime due rate?

Procederemo entro il 15 giugno 2020 con il calcolo del conguaglio di quanto resta ancora da pagare, tenuto conto di quanto pagato finora e scomputando quanto previsto per la mancata erogazione del servizio.
Agli utenti in possesso delle credenziali di accesso al sito, verrà inviato un sms di avviso appena sarà disponibile nella propria area personale il bollettino da scaricare. Il relativo pagamento dovrà essere effettuato entro il 30 giugno 2020.
Agli utenti non ancora accreditati sul sito, invece, il bollettino (sempre con scadenza 30 giugno 2020) verrà inviato all’indirizzo di residenza/domicilio.

Cosa succede se mio figlio/a è iscritto/a alla scuola dell’infanzia?

Solo dopo una nuova comunicazione ufficiale, che decreti la sospensione dei servizi educativi all’infanzia fino al 30 giugno 2020 (e non solo, come ora, fino al 14 giugno), potremo calcolare il rimborso dei primi tre mesi di sospensione, ovvero marzo, aprile e maggio. Appena le informazioni ufficiali ce lo consentiranno, calcoleremo il rimborso totale, che terrà conto anche del mancato servizio nel mese di giugno.
Per capire poi come comportarsi a seconda della propria modalità di pagamento, si consultino le casistiche sopra riportate.

Infine, un aspetto che riguarda tutti, sia chi paga a rate sia chi ha già pagato la quota annuale, per qualsiasi ordine e grado scolastico:

Cosa succede se non procedo con un’esplicita richiesta di rimborso?

Le somme a credito non rimborsate, qualora l’alunno frequenti il servizio nel successivo anno scolastico, verranno automaticamente scalate dalla quota annua per l’anno 2020/2021.
Nel caso in cui l’alunno non risultasse iscritto al servizio il prossimo anno, il credito verrà restituito al Comune che potrà successivamente rimborsare direttamente all’utente.

Il portale utilizza cookie per migliorare la navigazione e consente l’invio di cookie di terze parti. Chiudendo il banner o continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie.
  
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie, visualizza QUI Informativa Cookies Estesa