Italian
Arabic
Chinese (Simplified)
English
French
German
Japanese
Spanish

Anche quest’anno è giunta al termine la settima edizione dell’iniziativa “Un cuoco per amico”, che si è svolta nella settimana dal 13 al 17 di marzo 2017. I cuochi di Milano ristorazione hanno lasciato le loro cucine e incontrato i bambini, bambine, ragazzi e ragazze delle scuole d’Infanzia, Primarie e Secondarie di Milano.

Nel 2017 sono stati coinvolti quarantaquattro cuochi e 151 scuole tra cui:

•             75  Infanzie

•             71  Primarie

•             5    Secondarie di I grado

Questa iniziativa è l’occasione per i bambini di scoprire chi e cosa c’è dietro la preparazione del  pasto che tutti i giorni arriva sui tavoli dei refettori scolastici e per i cuochi di verificare come il loro cibo viene apprezzato. Inoltre questa si rivela l’occasione per esprimere proposte, dubbi e curiosità.  Le visite avvengono al momento della somministrazione del pasto nel refettorio, dove le classi attendono l’arrivo del loro ospite, il cuoco, per poterlo accogliere e, in qualche caso, consegnare dei “lavoretti” eseguiti per l’occasione.

Dopo la presentazione del cuoco vi è un’interazione con i bambini che a turno espongono i lori consigli, opinioni e gradimenti.

Tra le richieste e suggerimenti più frequenti e talvolta anche bizzarri possiamo elencare: prosciutto cotto e crudo, muffin, pasta con le cozze o con le vongole, hamburger, torte salate, sushi, kebab, spremute di arancia, peperoni, pasta alla carbonara, polpette di carne, tortellini e gamberetti.

Sono state suggerite anche alcune varianti ai piatti già presenti nel menù di Milano Ristorazione:

•             Molto richiesti gli spaghetti.

•             Il gelato, già presente nel menù estivo, viene richiesto per tutto l’anno scolastico.

•             Più varietà nella selezione di frutta, possibilità di avere la macedonia, ciliegie e fragole.

•             Viene richiesta una lasagna con meno besciamella e più ragù.

•             Porzioni di ravioli più abbondanti.

•             Pizza con più frequenza.

Queste giornate sono come sempre godute con gioia e apprezzate da tutti, bambini, insegnanti e soprattutto cuochi, poiché offrono la possibilità di condividere punti di vista e esperienze, dando modo ai cuochi e ai bambini di arricchire il proprio bagaglio.

Utilizziamo cookies tecnici propri e non di profilazione per migliorare la navigazione. Cliccando sul bottone "Accetto", accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra.